Mr. Robot 4×10: recensione episodio ‘410 Gone’

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

A caldo avrei voluto sintetizzare il mio commento all’episodio Mr. Robot 4×10: 410 Gone con “fanculo Esmail” con quel finale crudele e beffardo ha spezzato il cuore a tutti gli shipper della coppia Darlene-Dominique. In realtà, riflettendoci, la sua scelta ha un senso e non era far soffrire gli shippers. Un buon episodio, non al livello di alcuni episodi capolavoro precedenti, che ha alternato momenti commoventi ad altri decisamente esilaranti e che ci permette di tirare il fiato dalle tante cose successe nei precedenti.

Che è successo nell’episodio

Facile da riassumere: Dominique DiPierro esce dall’ospedale ma l’FBI non le permette di vedere la sua famiglia, dunque sta sola come un cane a casa sua ad aspettare possibili vendette del Dark Army. Darlene la va a trovare e la convince a fuggire con lei ed Elliot, poi apprendiamo che Elliot non ha nessuna intenzione di fuggire all’estero con loro, non ha finito il suo lavoro dice (intende onorare la promessa fatta a Price di distruggere la macchina di Whiterose?), ma quanto è diventato cazzuto Elliot?
Durante il viaggio accompagnate da Leon, Darlene e DiPierro incontrano Irving, incontro divertentissimo in cui le informa che non hanno nulla da temere.
Dunque Dominique non vorrebbe partire per quanto Darlene cerchi di convincerla che lasciarsi tutto alle spalle le farebbe bene, le due ragazze si separano all’aeroporto e poi arriva lo scherzo crudele, all’ultimo Dominique ci ripensa e corre e prendere l’aereo, questo mentre Darlene sta tornando indietro da lei, le due non si incontrano e DiPierro parte da sola.

Recensione Mr Robot 4×10

Iniziamo dal fondo, ho urlato contro Esmail “spero per te che nel prossimo episodio scopriremo che Darlene all’ultimo è risalita in tempo sull’aereo!”. In realtà a mente fredda quanto successo ha un senso, il problema di Darlene è essere convinta di non poter stare da sola, di crollare se non ha qualcuno a cui appoggiarsi, il problema di Dom era quello di non avere il coraggio di buttarsi tutto alle spalle e pensare a se stessa. Ora Dom è partita e potrà comunque farlo e forse Darlene imparerà a stare da sola.
Mr robot 4x10 commentoFra le cose che mi sono piaciute nell’episodio certamente il commovente commiato tra Darlene ed Elliot, poi aver rivisto Leon ed Irving (per l’ultima volta?), bravissimo Esmail a farci accomiatare da tutti (quelli che non ammazza), i personaggi e i loro bravissimi interpreti sono stati tra i punti di forza dello show è giusto dare un addio adeguato a tutti.

Divertentissima la faccia di Dom sia quando si trova Leon nella camera di albergo (Darlene aveva dimenticato di avvertirla), sia nell’ancora più divertente incontro con Irving al negozio dell’aeroporto, a cominciare dal fatto che lui abbia scritto un libro e sia lì per autografarli. Non bisognerebbe ridere del comprensibile genuino terrore di Dom ma la scena è chiaramente pensata in chiave comica, il contrasto tra la paura di Dominique e i modi gioviali di Irving e il suo quasi non capire quanto e perché sia spaventata è irresistibile. Il colpo di grazia è stato quando quando Irving le ribadisce che lei e Darlene non hanno nulla da temere dal Dark Army e Dom sempre più confusa risponde “ma … ti ho visto macellare Santiago con un’ascia quando ha sgarrato” e Irving “già … quello fu uno spasso” io morto dal ridere.

Date un premio a Bobby Cannavale, quanto mi mancherà Irving!

mr robot irving episodio 4x10

Infine la scena in cui Darlene fa la Robin Hood e distribuisce gli e-coin rubati al deus group alla gente a me non direbbe molto in se stessa, ma è stato bello vedere il bel sorriso di gioia sul volto di Carly Chaikin una volta tanto, il suo personaggio non è che abbia avuto molte occasioni per quello.

Share.

About Author

Autore - info di contatto: roberto.fringie69@gmail.com

Leave A Reply