Picnic at Hanging Rock: quando l’atmosfera è tutto

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Scrivo questo articolo per dire che ho visto la miniserie Picnic at Hanging Rock e che, essendomi piaciuta, mi sento di consigliarla come prodotto di buon livello (non superlativo), ma il titolo che ho scelto anticipa che ve la consiglio in maniera condizionata, non a tutti, qualcuno la potrebbe trovare terribilmente noiosa.

Innanzitutto, sì ho visto il film Picnic at Hanging Rock di Peter Weir, ho un vago ricordo che mi fosse piaciuto (è stato circa un secolo fa), ma non ho ricordi precisi del film quindi ovviamente nemmeno mi pongo il problema di un confronto con la pellicola.

Per me è difficile “avvertirvi” sulla natura della miniserie senza spoilerarvi pesantemente, mettiamola così: al centro della trama di Picnic at Hanging Rock c’è un mistero, la sparizione di tre ragazze e un insegnante da un picnic tenutosi sotto un misterioso massiccio roccioso (la storia è ambientata in Australia). Non pensate, però, che sia una storia investigativa con tanto di risoluzione finale in stile Agatha Christie o Conan Doyle.

Picnic at Hanging Rock 2018: i punti di forza della miniserie

I punti di forza della miniserie sono:

  • fotografia (oggettivamente bellissima, resa più affascinante dall’essere una storia in costume: il picnic avviene il giorno di San Valentino dell’anno 1900 e dal contrasto tra l’abbigliamento vittoriano delle ragazze e il selvaggio ambiente australiano);
  • lo sguardo magnetico di Lily Sullivan nel ruolo di Miranda, questa giovane donna è una strega, non si spiega diversamente, mi mozzava davvero il fiato;
  • Natalie Dormer, io la trovo brava qualsiasi cosa faccia. L’ho trovata perfetta nel ruolo della donna dal passato oscuro che nasconde sotto una coltre di rispettabilità (è l’arcigna direttrice del collegio frequentato dalle ragazze);
  • l’atmosfera di soprannaturale che aleggia sulla misteriosa roccia e pervade tutta la vicenda, ma badate bene di atmosfera si parla, di qualcosa suggerito e mai completamente esplicitato.

Non ho molto altro da aggiungere, se questi quattro punti di forza sono elementi che ritenete importanti nella valutazione di una serie ve la consiglio ad occhi chiusi, che la fotografia sia meravigliosa non può esservi dubbio alcuno, il giudizio su Miranda magari è più una cosa mia soggettiva (ma davvero faccio fatica a pensare che qualcuno potrebbe non essere affascinato da lei).

La Dormer, beh lei è famosa, l’avrete vista lavorare in altre produzioni, quindi in questo caso sapete voi se condividete il mio apprezzamento. L’atmosfera … beh li dovete proprio provare, cioè quella è una cosa davvero soggettiva: se una serie riesce a gettare un incantesimo su di voi tale che ne apprezzate ogni inquadratura, ogni secondo, anche se i ritmi sono lenti.

Mi rimane da chiarire, che nel cast di Picnic at Hanging Rock non sono brave solo la Dormer e la Sullivan, in realtà credo che chiunque vedrà la serie non potrà non convenire che il cast è perfetto.

Consigli serie tv, Picnic at Hanging Rock: una storia tutta al femminile

Picnic at Hanging Rock 2018 cast

Un altro elemento che mi piace sottolineare è che si tratta di una storia tutta al femminile, o quasi. Gli unici tre personaggi maschili che vale la pena di sottolineare sono il giovane nobile Michael Fitzhubert, il servitore dello zio ma anche amico del ragazzo Albert e il sergente che coordina le ricerche (e le indagini). Sono anche dei buoni personaggi i tre maschili, più importanti  i primi due, e anche loro ben interpretati, a conferma dell’ottimo livello del cast tutto, ma resta essenzialmente una storia di donne.

Quasi dimenticavo la piccola Sara, vorrei dire qualcosa sulla sua storia ma rischierei uno spoiler enorme, mi limiterò a dire che la piccola Inez Currõ riesce ad essere allo stesso tempo inquietante e a spaccarti il cuore.

Spero di avervi incuriositi abbastanza, se non necessitate di ritmi alti, se non state cercando un mistero per risolverlo, se non state cercando una storia allegra (non lo è, ecco una cosa che di certo non troverete in questa miniserie sono motivi per ridere) e se tutti quelli che ho segnato come punti di forza per me sono elementi che apprezzate allora dovreste dare un’occhiata a Picnic at Hanging Rock.

Share.

About Author

Autore - info di contatto: roberto.fringie69@gmail.com

Leave A Reply