Z Nation 5×07 recensione: commento e riassunto di “Doc’s Stoned History”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Buone nuove da Z Nation 5×07: Doc’s Stoned History, dopo diversi episodi che avevo giudicato deludenti e la parziale ripresa del precedente episodio, quello di questa settimana conferma il miglioramento, del resto già il titolo “La storia sballata secondo Doc” autorizzava a ben sperare.

Che è successo nell’episodio: breve riassunto

z nation 5x07 commento

I nostri si dividono di nuovo, Doc e George puntano su Altura con l’intento di tentare di far avere a Dante un processo equo. Durante il viaggio Doc fa una lezione a George sui padri costituenti e il Bill of rights che risulta piuttosto divertente perché Washington, Jefferson e Franklin sono dei simpatici consumatori di marijuana.
Gli altri, cioè: Murphy, 10k, la rediviva Addy e Warren puntano sulla fabbrica dei bizkit perché senza quelli tutti i talker sono destinati a diventare zombie senza cervello ed aggressivi. Qui un malinteso con la famiglia mista di umani e talkers che governa l’impianto provoca un confronto armato ma alla fine la situazione diventa tanto amichevole che Warren chiede a Murphy di dare una casa alla famiglia portandola a Limbo.
L’episodio si chiude con George e Doc che scoprono che un processo per Dante non era nei piani, lo trovano fatto a pezzi, ma ancora non morto, in un bidone, a George non resta che dare la pace al suo amico talker.

Recensione Z Nation 5 episodio 5×07

Allora gli autori sanno ancora divertire! Ho trovato le scenette dei padri costituenti piuttosto divertenti, devo anche fare ammenda, in precedenza ho detto che Doc mi diverte solo in coppia con Murphy ma la strana coppia con George e la sua lezione alla marijuana sui diritti civili è stata davvero piacevole.

z nation 5x07 episodioLa gag della famiglia di zotici canadesi  (quelli che gestiscono la fabbrica di bizkit) è molto più difficile da godere per un italiano (ma io direi per un non statunitense) probabilmente anche il modo in cui li facevano parlare sarà risultato comico alle orecchie di uno yankee ma non ho una conoscenza sufficiente di lingua ed accenti per poter giudicare. Comunque prima che le cose si mettessero bene la battaglia nella fabbrica ha riservato dei momenti di relativa figaggine (o per dirla all’inglese coolness) Addy, anche se non apprezzo il nuovo look, è sempre un’ottima tosta e persino il – da me per niente amato – 10k se ritorna ad essere il cecchino che ben conosciamo diventa più sopportabile, forte sia quando si ingegna ad usare come appoggio la scaffalatura (per mirare) che quando riceve assistenza da Addy. Altra cosa che ho apprezzato è stato l’arrivederci tra Warren e Murphy, l’idea che i due all’interno del gruppo abbiano un rapporto speciale perché memori delle prime due stagioni in cui Murphy era la speranza dell’umanità e Warren la militare (in realtà guardia nazionale) che doveva portarlo a destinazione, mi piace molto.

Infine anche se non ci avevano dato modo di affezionarci a Dante e provare qualcosa per la sua brutta fine, ci siamo (almeno mi sono) già affezionato a George e il fatto che lei abbia dovuto dare il colpo di grazia per donare la pace al suo amico (a proposito, ma porca miseria qualcuno mi può suggerire una traduzione efficace e stringata in italiano che risulti figa come l’originale “I give you mercy” ? l’invenzione migliore nella storia di questo show, il vero marchio di fabbrica) non mi ha lasciato del tutto indifferente e come sapete se avete letto le precedenti recensioni di Z Nation 5 è una cosa che apprezzo quando questa che è una serie il cui primo scopo è divertire, riesce a farlo prendendoti un po’ alla sprovvista.

Share.

About Author

Autore - info di contatto: roberto.fringie69@gmail.com

Leave A Reply